Provveditorato OO.PP. Lombardia - Emilia Romagna

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Messaggio
Home infrastrutture strategiche
Infrastrutture Strategiche

AGGIORNAMENTO

Con D.P.C.M. del 21 maggio 2009 è stato revocato l'incarico di Commissario Straordinario per le infrastrutture strategiche, attribuito ai Provveditori alle Opere Pubbliche dal D.P.C.M. 2 febbraio 2007.

Il dettaglio delle opere sulle quali il Provveditore ha in questi anni svolto un'attività di monitoraggio sono disponibili in questa sezione.


Il Provveditore per le opere pubbliche, ai sensi del D.P.C.M. 2 febbraio 2007, è stato nominato commissario straordinario per le opere strategiche di interesse nazionale da realizzare nelle regioni Emilia Romagna e Marche.

COMPITI E POTERI

Compito del commissario è stato seguire l'andamento delle opere, anche attraverso il costante monitoraggio delle medesime, e relazionare trimestralmente al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti sulle iniziative adottate e in via di adozione nonché sulle criticità rilevate; provvedere alle opportune azioni di indirizzo e supporto; promuovere le occorrenti intese tra soggetti pubblici e privati. Ha potuto inoltre essere abilitato all'esercizio dei poteri di adozione, in sostituzione dei soggetti titolari eventualmente inadempienti, dei provvedimenti e degli atti necessari alla sollecita progettazione, istruttoria, affidamento e realizzazione delle opere.

Gli obiettivi specifici sono stati individuati annualmente. I primi obiettivi, individuati nel D.P.C.M. di nomina, erano:

  •   individuazione delle situazioni di criticità nell'avanzamento delle fasi realizzative delle opere strategiche
  •     formulazione di proposte o iniziative per la risoluzione delle criticità
  •     impulso e supporto nella definizione di accordi e intese e nella promozione di soluzioni conciliative

Per quanto riguarda le opere che interessavano il territorio di regioni di competenza di più Provveditorati, era stato individuato un Provveditore Coordinatore. il Provveditore alle Opere Pubbliche per l'Emilia Romagna e Marche è stato Coordinatore per:

Il conferimento di tali gravose incombenze in capo al Provveditore è statoconseguente all'intento del Governo è valorizzare le professionalità dirigenziali e le strutture decentrate del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, nell'ottica dell'importante obiettivo di contenimento della spesa pubblica, atteso che tale avvalimento non ha comportato ulteriori spese.

IL PROGRAMMA DELLE INFRASTRUTTURE STRATEGICHE

il Governo, su delega del Parlamento individua le infrastrutture pubbliche e private e gli insediamenti produttivi strategici e di preminente interesse nazionale da realizzare per la modernizzazione e lo sviluppo del Paese (v. Legge 443/2001: "Delega al Governo in materia di infrastrutture ed insediamenti produttivi strategici ed altri interventi per il rilancio delle attività produttive").

Tali infrastrutture ed opere vengono individuate, di intesa con le Regioni, attraverso un programma, inserito nel DPEF (Documento di Programmazione Economico Finanziaria).

Tale programma viene poi approvato dal CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica), come anche le modifiche successive.

L'attuazione del programma delle infrastrutture strategiche di interesse nazionale rappresenta un impegno prioritario del Governo. Ed è per questo che la nomina di un commissario straordinario ha avuto come obiettivo l'agevolazione e l'impulso all'adozione degli atti necessari alla realizzazione degli interventi.

In questo quadro, il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ha un ruolo precipuo di impulso, indirizzo, promozione e collaborazione con gli enti locali e gli altri soggetti pubblici e privati (v. art. 163 d.lgs. 163/2006: "Codice dei contratti pubblici")

:: Per saperne di più, visita il sito del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, che dedica una sezione alle infrastrutture strategiche ::


il programma per le infrastrutture strategiche si integra organicamente con il Master Plan delle infrastrutture prioritarie del paese, quali scelte infrastrutturali per lo sviluppo del paese definito dal Governo.

Per una illustrazione completa ed approfondita del Master Plan nella sua dimensione nazionale si rimanda al sito del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.

Per un approfondimento sulle infrastrutture prioritarie per l'Emilia Romagna, leggi qui.



Bologna - Metropolitana Linea 1 lotto 2a

Stampa PDF

oos 12

Ospedale Maggiore - capolinea Normandia


COORDINATORE: Provveditore alle Opere Pubbliche per l'Emilia Romagna e Marche

SOGGETTO ATTUATORE: Comune di Bologna

REGIONE: EMILIA ROMAGNA

note: Il lotto 2B collegherà l'Ospedale Maggiore con Borgo Panigale, per uno sviluppo di 4,8 km

costo (in milioni di euro): 102.97

tipo: SISTEMI URBANI

Ultimo aggiornamento Lunedì 26 Giugno 2017 16:31
 

Bologna - Metropolitana Linea 1 lotto 1

Stampa PDF

oos 10

Fiera Michelino - Stazione FS


COORDINATORE: Provveditore alle Opere Pubbliche per l'Emilia Romagna e Marche

SOGGETTO ATTUATORE: Comune di Bologna

REGIONE: EMILIA ROMAGNA

note: La Linea 1 della Metrotranvia di Bologna avrà uno sviluppo complessivo di 11,7 km, il primo lotto collegherà la stazione ferroviaria con la Fiera, in via Michelino, per uno sviluppo di 3,3 km

costo (in milioni di euro): 185.47

tipo: SISTEMI URBANI

Ultimo aggiornamento Lunedì 26 Giugno 2017 16:31
 

Bologna - Metropolitana Linea 1 lotto 2b

Stampa PDF

oos 12

Ospedale Maggiore - capolinea Normandia


COORDINATORE: Provveditore alle Opere Pubbliche per l'Emilia Romagna e Marche

SOGGETTO ATTUATORE: Comune di Bologna

REGIONE: EMILIA ROMAGNA

note: Il lotto 2B collegherà l'Ospedale Maggiore con Borgo Panigale, per uno sviluppo di 4,8 km

costo (in milioni di euro): 102.97

tipo: SISTEMI URBANI

Ultimo aggiornamento Lunedì 26 Giugno 2017 16:32
 

metropolitana di Parma Linea A - 1^ tratta funzionale

Stampa PDF

oos 13

Scambiatore Nord (Autostrada) - Stazione FS - Campus Universitario


COORDINATORE: Provveditore alle Opere Pubbliche per l'Emilia Romagna e Marche

SOGGETTO ATTUATORE: Metro Parma S.p.A.

REGIONE: EMILIA ROMAGNA

note: La linea A della Metropolitana leggera di Parma partirà dal casello autostradale per arrivare, passando dalla stazione FS, al campus universitario, con uno sviluppo complessivo di 12 km, di cui 5,5 in superficie, 4,4 in galleria superficiale e 2,1 in galleria profonda

costo (in milioni di euro): 192.67

tipo: GRANDI HUB AEROPORTUALI

Ultimo aggiornamento Lunedì 26 Giugno 2017 16:32
 

metropolitana di Parma Linea A - completamento

Stampa PDF

oos 14

Scambiatore Nord (Autostrada) - Stazione FS - Campus Universitario


COORDINATORE: Provveditore alle Opere Pubbliche per l'Emilia Romagna e Marche

SOGGETTO ATTUATORE: Metro Parma S.p.A.

REGIONE: EMILIA ROMAGNA

note: La linea A della Metropolitana leggera di Parma partirà dal casello autostradale per arrivare, passando dalla stazione FS, al campus universitario, con uno sviluppo complessivo di 12 km, di cui 5,5 in superficie, 4,4 in galleria superficiale e 2,1 in galleria profonda

costo (in milioni di euro): 108.17

tipo: GRANDI HUB AEROPORTUALI

Ultimo aggiornamento Lunedì 26 Giugno 2017 16:32
 


Pagina 3 di 4


Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche - Lombardia e Emilia Romagna  | C.F. 80075190373  | email poopp.boatmit.gov.it  | PEC (generale) oopp.lombardiaemiliaatpec.mit.gov.it - (Emilia Romagna) oopp.emiliaromagna-uff5atpec.mit.gov.it